logo NetOne - media and a united world

NetOne

media and a united world

di Paolo Aversano

La Macedonia ed Albert Einstein

TvMacedoneUno degli spot istituzionali più chiacchierati e discussi del web è macedone. Per promuovere l’importanza dell’educazione il Ministero dell’Educazione e della Scienza ha commissionato una serie di spot. Tra essi, quello da noi analizzato vuole sottolineare l’importanza formativa della religione tra gli insegnamenti scolastici, affermando che “La religione è anche conoscenza”.

Il testimonial è d’eccezione: Albert Einstein.
Un professore critico e non credente viene affrontato dal piccolo Einstein, che partendo dalla fisica dimostra che il male non è stato creato da Dio.

di Paolo Aversano

La creatività low cost

AppleSpot_2I prodotti Apple sono famosi nel mondo per affidabilità, design esclusivo, prestazioni grafiche professionali, prezzi sostenuti. La sfida a Windows è stata lanciata da anni, e la pubblicità è uno degli strumenti che l’azienda statunitense usa per affermare la propria identità e mettere in discussione la leadership mondiale del competitor.

Lo spot Apple che oggi esaminiamo è giocato proprio sulla rivalità tra i due colossi informatici. Le pubblicità che parlano di un prodotto criticando i concorrenti generalmente sono rischiose: simpatiche a molti, possono urtare più di qualche sensibilità.

di Paolo Aversano

Non tutti i craker sono uguali

Pavesi-TucLo studio della pubblicità offre la stimolante possibilità di comparare realizzazioni di aziende concorrenti: stesso target, ma approcci e risultati spesso assai diversi.
Il prodotto in esame è il cracker, tra gli snack più venduti in Italia. La nostra attenzione volge verso due aziende che competono da protagoniste nel settore: Pavesi e Tuc. Le loro campagne qui proposte differiscono profondamente.

Sin dall’introduzione dello spot Pavesi ci si concentra sul tema sempre attuale della “bella donna”. Ricordo quando vidi questa pubblicità per la prima volta: da subito ne intuii svolgimento e conclusione, indovinando infatti l’esito. Alcuni pubblicitari ritengono che la scelta di dare centralità a ragazze giovani e attraenti dà sempre buoni risultati commerciali, ma non considerano la stanchezza di alcuni nei confronti di questi prodotti comunicativi, che offrono incremento conoscitivo zero e scarsa creatività.

di Paolo Aversano

A Natale puoi

BauliSi avvicinano le festività natalizie, e come ogni anno le aziende propongono numerose campagne di comunicazione dedicate ai giorni di festa. In Italia una tra le pubblicità più famose è senz’altro “A Natale puoi” di Bauli.
A mio parere lo spot coinvolge perché ha un’anima. Mancano all’appello Babbo Natale e le renne, ma l’atmosfera magica di questi giorni è perfettamente riprodotta. Colpisce la figura del bambino, che con la purezza d’animo tipica della sua età si prodiga per gli altri nelle trafficate vie dello shopping pre-natalizio.

di Paolo Aversano

Soffice come una baguette

EmbraceLifeTra i produttori d’auto Renault s’è sempre contraddistinta per la particolare cura assegnata alla sicurezza attiva e passiva dei veicoli. L’Euro NCAP, programma europeo di valutazione delle auto nuove, testa periodicamente la solidità delle novità mese dopo mese. Ebbene, Renault è stata la prima Casa della storia a conquistare il massimo punteggio (5 stelle) con la Laguna nel 2000. Negli ultimi 10 anni Renault ha spesso conquistato 5 stelle, anche con modelli economici (Clio, Modus, Kangoo).

Come comunicare al pubblico che le auto più sicure vengono dalla Francia evitando la noiosa serietà di una pubblicità “istituzionale”?

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.