logo NetOne - media and a united world

NetOne

media and a united world

riflessiONE

 


di Raffaele Cardarelli

Quando il digital... unisce

Il governo finlandese ha approvato un provvedimento che sancisce il diritto legale alla banda larga. Pertanto, dal luglio 2010, tutti i cittadini finlandesi avranno a disposizione almeno 1Mbps per le loro connessioni al web, anche coloro (si parla di circa 2.000 abitazioni…) che abitano in zone remote,  poco redditizie per gli operatori telefonici.

L’ Italia (dove oltre 3 milioni di famiglie non hanno ancora accesso alla banda larga) è al 38° posto nel mondo per la qualità di banda larga offerta ai cittadini ed ha ancora tariffe web più alte rispetto alla media dei Paesi europei.

Non possiamo che migliorare…

riflessiONE

 


di Raffaele Cardarelli

Tu chiamale, se vuoi, evasioni

Sulle polemiche relative alla messa in onda del programma ANNO ZERO (RAIDUE, giovedì sera), il Direttore Generale della RAI ha commentato: “Se c'è un'evasione del canone Rai al 30% vuol dire che, oltre alle cause tecniche, c'è una parte del Paese che non si riconosce nel prodotto Rai”.

Il livello di evasione fiscale del nostro Paese (300 miliardi di euro all’anno), potrebbe, forse (sottolineiamo “forse”), portare un attento lettore ad ipotizzare differenti motivazioni….

riflessiONE

 


di Raffaele Cardarelli

Le case, la porta, l'onore e il rispetto

Nonostante il rinvio dei programmi di informazione (Ballarò su RAITRE e Matrix su Canale 5) previsti per la serata di martedì 15 settembre, lo speciale Porta a porta (RAIUNO), dedicato alla consegna delle prime case in Abruzzo dopo il terremoto, ha registrato ascolti (13,5%) inferiori alla media del programma (che, solitamente registra uno share del 17/18%).

La fiction “L’onore e il rispetto” (Canale5) ha registrato quasi il doppio degli ascolti.

Sembra che l’annuncio della prossima consegna di case andrà in onda all’interno del programma "L’isola dei famosi"

riflessiONE

 


di Raffaele Cardarelli

Don Abbondio, Ponzio Pilato, Sherlock Holmes e i giornalisti italiani

Dopo gli attacchi de Il Giornale al giornalista Dino Boffo del quotidiano Avvenire, la RAI sta valutando di sospendere la tutela legale alla trasmissione Report (RAITRE, condotta da Milena Gabanelli), forse il miglior (certamente il più indipendente) programma/testata d’informazione del nostro Paese.

Risulta che tale Don Abbondio, curato in pensione della campagna lombarda, abbia vivacemente protestato presso l’Ordine dei Giornalisti, chiedendo un intervento vigoroso, e che tale sig. Ponzio Pilato, ex prefetto della provincia romana, abbia preso una chiara e netta posizione a favore del sig. Boffo e della sig.a Gabanelli.

Un giovane investigatore inglese, di nome Sherlock Holmes, convocato allo scopo di identificare tracce di solidarietà (autentica, non di matrice politica) verso i 2 giornalisti, da parte dei loro colleghi (TV, stampa, etc) ha dichiarato : “Al momento non abbiamo trovato alcun indizio concreto. Ma non disperiamo. Continueremo nelle nostre indagini!

Chissà se Freedom House (l’organizzazione non-profit fondata da Eleanor Roosevelt), che ha classificato l’Italia come una  “Nazione con stampa semi-libera”, appena al di sopra di nazioni come Cina, Rwanda e Corea del Nord, intenda rivedere la propria valutazione….

riflessiONE

 


di Raffaele Cardarelli

Colpi di sole

Per festeggiare l’attuazione della nuova linea di governo, che prevede che le imbarcazioni di clandestini siano respinte al di fuori delle acque territoriali italiane, un gruppo di parlamentari è salpato dalla Sardegna a bordo di uno yacht per un fine-settimana di baldoria.

Per cause ancora non accertate, durante la notte l’imbarcazione è uscita dalle acque territoriali e, quando ha cercato di rientrare, è stata respinta, secondo le norme vigenti, da una motovedetta della Marina italiana (la forte abbronzatura dei parlamentari ha probabilmente tratto in inganno il capitano della motovedetta).

La richiesta di 2 parlamentari - che si sono gettati in acqua in direzione della nave italiana - di ottenere asilo politico presso la motovedetta (considerata, a tutti gli effetti, “territorio italiano”) è stata fermamente respinta.

Sembra che, nel corso della concitata negoziazione, il Rolex Daytona di un parlamentare sia andato irrimediabilmente perduto nelle profonde acque del Mediterraneo.

La buona notizia: tutti i passeggeri sono in piena salute.

Le 2 notizie cattive:

1) sono finite le scorte di champagne e benzina;

2) la corrente sta trascinando lo yacht verso la costa libica, in direzione del gommone con i 75 clandestini respinti, la corsa settimana, dalla Marina Italiana….

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.