logo NetOne - media and a united world

NetOne

media and a united world

di Thomas Klann

Papavero vermiglio

(clicca per ingrandire)

Ho in mente un quadro, non molto famoso ma caratteristico, di William Turner, pittore inglese del periodo romantico alle porte dell'Impressionismo.
Ha per soggetto delle barche di pescatori sul mare, con il mare in forte movimento e un po' in controluce.

Con quel quadro il pittore partecipava a una gara dove, per regolamento, si dava la possibilità agli autori di concludere le loro opere quando venivano esposte. Il quadro di Turner assomigliava molto allo stile olandese. Accanto al suo c'era un quadro di un altro pittore, John Constable.

di Thomas Klann

La creatività

(clicca per ingrandire)

Nelle pagine umoristiche di una rivista, ho trovato un giorno una parodia di quel gioco in cui ci sono tanti punti da collegare in un riquadro. Vi era scritto: "Collega i punti facendo in modo che compaia un bel disegno". Ma, per quanto ti sforzassi non c'era come far comparire il bel disegno.
Una presa in giro divertente, ma contenente forse un po' di verità: non basta il procedimento meccanico, ci vuole altro.
In un dipinto in fondo si trovano sempre gli stessi colori base, un po' più chiari, un po' più scuri, ma mescolati in un certo modo o in un altro fanno 'quel' quadro.

di Thomas Klann

Impollinazione

(clicca per ingrandire)

La natura si sta svegliando, regalandoci profumi dalle mille fragranze e straordinari colori.
Ogni momento è diverso, ogni attimo contiene una nuova bellezza, spesso - però - di breve durata.

A me piace la luce del mattino o quella della sera: è allora che, armato di macchina fotografica e di tanta pazienza, vado a caccia di soggetti particolari. Ma i cambiamenti repentini di quelle ore mi lasciano poco tempo per fare quelle foto che vorrei.

Un'ape mi passa davanti, mi chiedo dove vada e la seguo.

di Thomas Klann

Il ciondolo viola

(clicca per ingrandire

Partecipavo ad una festa nel sud ovest del Camerun, una festa importante. Per l'occasione le persone si erano vestite con il loro abbigliamento migliore.
Mi colpì questo viso: fiero. Un po' triste. Ingioiellato. Proprio bello: da fotografare.
Ho lavorato la foto dando un po' più di rilevo al ciondolo viola.
L'avevo scattata usando un obiettivo zoom molto tirato, il diaframma aperto e un tempo di esposizione alta.
Avevo scelto di far così per sfuocare lo sfondo e mettere più in rilievo il profilo.

Nel bello si cerca sempre di costruire un ordine, un equilibrio, un ambiente di stabilità, per creare una sensazione di benessere che supera la realtà. Per arrivare a un ordine comprensibile, simmetrico ma comunque sempre suggestivo.

di Thomas Klann

Luce di Primavera

(clicca per ingrandire)

Si avvicina la Primavera, la luce aumenta e suggerisce nuove immagini, evidenzia nuove situazioni.
La foto a lato è stata fatta con un cellulare Nokia di due anni fa. E' una lampante dimostrazione di quanto non è solo la tecnica a far sì che un'immagine ci colpisca. Zora Kucharska, autrice della foto, ha 'visto' qualcosa che l'ha portata a scattare la foto, ha catturato un'atmosfera.

Avevo 13 anni quando ho visto il film Citizen Kane (Quarto potere). In un dialogo del film viene fuori il concetto delle 5W del giornalista : WHO(«Chi»), WHAT(«Cosa»), WHEN(«Quando»), WHERE(«Dove»), WHY(«Perché»).  Non l'ho mai dimenticato.
Se questa è la regola di base per raccontare una storia giornalistica, mi chiedevo, sarà valida anche per uno scatto fotografico? Applichiamola in questo caso: la luce (who), brilla (what ), al mattino (when), nel bosco (where), perché è Primavera (why). Sì, mi pare che la regola valga proprio!

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.