logo NetOne - media and a united world

NetOne

media and a united world

segnalato da Carlo Cefaloni

FLASH MOB di denuncia contro la censura dei media

bavaglioVENERDì 8 GIUGNO / h. 11.30
Appuntamento a Roma, Via Mazzini 14, muniti di bavaglio

Mancano 9 giorni all'inizio del Vertice Mondiale sulla sostenibilità di Rio+20 e il silenzio dei media main stream
sull'argomento diventa via via più assordante. A Rio in gioco c'è il futuro del pianeta, il futuro delle generazioni che verranno. Con alle spalle 20 anni di fallimento della governance, c'è più che mai bisogno di creare una diffusa coscienza sull'urgenza e la non rimandabilità di certi temi. Le reti sociali che da anni lavorano sulla giustizia ambientale e sociale lo sanno, e lavorano da tempo all'organizzazione di un vertice sociale, che si terrà a Rio parallelamente al vertice Onu, nel quale presenteranno le loro proposte. Riconversione ecologica del tessuto produttivo, passaggio a un modello energetico distribuito e da fonti rinnovabili e pulite, conversione del modello alimentare dall'agroindustria all'agroecologia, cambiamento degli stili di vita, difesa dell'acqua e dei beni comuni dalle leggi del mercato, etc. In breve: costruzione di una transizione reale verso un modello di sviluppo basato sulla giustizia e in armonia con i limiti fisici del pianeta.

Riteniamo che l'informazione abbia il dovere di occuparsi adeguatamente e in maniera corretta delle importanti questioni inerenti la crisi ambientale, portando a conoscenza della cittadinanza la gravità della situazione attuale, il dibattito in corso nel mondo, gli appuntamenti e le proposte avanzate tanto dai governi quanto dalle organizzazioni sociali e contribuendo in tal modo a stimolare processi di consapevolezza e di cittadinanza attiva.

Per questo come Rigas, Rete Italiana per la Giustizia Ambientale e Sociale, unitamente alla CGIL Nazionale e con l'appoggio della FNSI abbiamo promosso una azione di pressione sul servizio pubblico per ottenere garanzia di una adeguata informazione circa i temi in discussione a Rio de Janeiro. Azione rimasta inascoltata, rivelando una volta di più la scarsissima attenzione dedicata alle questioni davvero importanti per il nostro futuro, in violazione peraltro dell'art. 21 della costituzione che ricomprende tanto il diritto di informare quanto il diritto ad essere correttamente informati.

Ribadendo la centralità di una corretta informazione nella costruzione di una opinione pubblica consapevole e di un sano esercizio democratico convochiamo pertanto per

VENERDì 8 GIUGNO / h. 11.30
Appuntamento Via Mazzini 14, muniti di bavaglio
FLASH MOB di denuncia contro la censura delle reti Rai e dei media in generale

Info e contatti:
maricadipierri [@] asud.net
+39.348.6861204
www.asud.net
www.prioritafuturo.org

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.