logo NetOne - media and a united world

NetOne

media and a united world

di Maria Rosa Logozzo

How to live in Italy

(Video dell'intervista trasmessa nel corso del XXI Meeting online del 22 febbraio 2013)

HowToLiveInItaly

Rebecca Helm-Ropelato è giornalista, scrittrice e autrice di un blog, Passing Comments.

Statunitense, vive in Italia da alcuni anni perché sposata ad un italiano. Su questa sua vita in Italia ha di recente pubblicato un libro, How to live in Italy, in inglese, in cui racconta il processo di conoscenza di un nuovo Paese, con le difficoltà a comunicare in una nuova lingua.

Vi trovano posto i viaggi che ha fatto, le culture locali, gli incontri più caratteristici e persino alcune ricette culinarie. Lei definisce il libro come una guida d'Italia un po' scherzosa.

di Maria Rosa Logozzo

Quino, oggi 80 anni all'anagrafe

MafaldaMondoAccanto ai molti articoli usciti in questo periodo, anche l'Osservatore Romano del 13-14 agosto ha voluto ricordare Quino, Joaquin Salvador Lavado, fumettista argentino papà di Mafalda, che oggi 17 agosto,  compie 'ufficialmente' 80 anni. In realtà è nato un mese prima di quando è stato iscritto all'anagrafe.

Sono due i pezzi a lui dedicati. Il primo, di Carlo Bellieni, focalizza la ricorrenza di Quino, il secondo, di Silvia Guidi, tratta dei 50 anni di Mafalda.

di Maria Rosa Logozzo

Noi cristiani, non siamo preparati al ‘rapidamente’

Madeleine DelbrelLeggendo un testo da una conferenza su Madeleine Delbrêl, scrittrice e mistica francese morta nel 1964, mi sono imbattuta in questi due brani che, pur scritti alcuni decenni fa, mi son parsi un aiuto utile a cogliere come  vivere la fede cristiana nell’oggi tecnologico in continuo mutamento.

Eccetto quello che Gesù Cristo ci ha domandato di credere, io mi sento incapace di avere delle idee che non evolvono e con la vita e con me stessa”.

di Maria Rosa Logozzo

Vendichiamola facendola parlare ancora

Natalya EstemirovaIl 15 luglio 2009 Natalya Estemirova è stata rapita e poi uccisa.

Le è toccata la stessa sorte delle colleghe giornaliste Anna Politkovskaja (di cui avevo letto dei brani nella scorsa diretta online) e Anastasia Babourova, che come lei non avevano taciuto la violazione dei diritti umani in Cecenia.
L’hanno uccisa affinché non parlasse più. Per vendicarla non c’è che darle la parola riproponendo diffusamente quanto ha scritto e detto, moltiplicandolo con tutti i mezzi, in tutte le lingue.

di Maria Chiara De Lorenzo

Video education, per vivere un protagonismo positivo

pres_video-education.jpg

Raccolto l’invito di Luciano Di Mele ad esserci alla presentazione di “Video education” (Guida teorico-pratica per la produzione di video in ambito educativo – Di Mele, Rosa, Cappello), ieri pomeriggio ci siamo ritrovati a Roma, a confrontarci su un tema di vitale importanza, al confine tra la comunicazione e la pedagogia: l’educazione ai media, e in particolare all’uso dell’immagine. Non una materia accanto alle altre, ma uno strumento per l’educazione.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.