logo NetOne - media and a united world

NetOne

media and a united world

ConcorsoN_YÈ arrivato il 2031. È un giorno come tanti, ma aprendo il giornale/accendendo la TV, finalmente, leggi/senti la “buona notizia” che da tanto aspettavi. Questa NEWS è positiva per te e per tutta l’umanità. Non è solo una “bella” notizia, ma qualcosa che cambia il mondo ... la vita.

Era questa la traccia principale del concorso "What's up in 2031?" di cui oggi vi presentiamo l'articolo vincitore dal titolo:

I giganti dal cuore d’oro (nero). - NewGreen & 2Green i due progetti per cambiare il mondo by GreenWorld. scritto da Giuseppe Mascolo di Aquilonia (AV)

 Giganti_dal_cuore_doro_nero Si è concluso ieri l’ultimo incontro tra i leader dell’industria petrolifera mondiale che dopo cinque mesi di duro lavoro hanno sviluppato un programma utile a ridisegnare il futuro del petrolio.

 “Siamo stanchi delle guerre e dei disastri ambientali che da anni accompagnano l’evoluzione della nostra società, basta affidare il controllo del Mondo intero all’oro nero, basta posizioni di divario socio-culturale, basta distruggere il nostro pianeta”, “vogliamo impegnarci affinché l’oro nero diventi green, nel rispetto dell’uomo e della natura”.

Sono queste le parole del presidente della società “Petroil” il cui impegno nei prossimi anni consisterà nel porre fine alla lotta per l’estrazione del petrolio e l’avvio di una nuova azienda mondiale chiamata GreenWorld.

La GreenWorld si configurerà come una multinazionale finanziata dalle diverse aziende petrolifere mondiali che negli ultimi anni hanno riposto un maggiore interesse sull’ambiente e sulle condizioni degli individui. I giganti dell’oro nero hanno intenzione di effettuare un cambio di rotta che porti ad un cambiamento globale e che incida positivamente sull’ambiente e sulla vita di tutti noi.

Il nuovo impegno consisterà nell’avviare, a partire da luglio prossimo, delle selezioni rivolte a tutti i giovani che vorranno prender parte a due ambiziosi progetti dell’azienda. Il primo, NewGreen, consiste nella progettazione di un nuovo motore elettrico che consentirà di ridurre l’impatto ambientale e sarà gradualmente sostituito al più diffuso e inquinante motore a scoppio. Il secondo 2Green, si occuperà dello studio, la progettazione e il collaudo di kit prototipi in grado di trasformare i veicoli con motore a scoppio in veicoli a trazione elettrica.

I veicoli elettrici non sono una scoperta recente. La prima automobile chiamata “Jamais Contente” venne creata nel 1899 dal belga Camille Janatzy.

Il problema iniziale che impedì la diffusione fu il costo elevato per la realizzazione del propulsore e delle batterie, nonché della durata della ricarica. Infatti il veicolo elettrico aveva alcune ore di autonomia ma, con l’evoluzione della tecnica e con l’impegno preso dalla NewGreen, sarà possibile studiare e sperimentare nuove batterie in grado di garantire un’autonomia fino a 10 volte maggiore.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.