logo NetOne - media and a united world

NetOne

media and a united world

di Maria Rosa Logozzo

FNSI 9 febbraio 2007: NetOne Incontra con Arturo Di Corinto

Maria Rosa Logozzo - Arturo Di CorintoLe due ore trascorse con Arturo Di Corinto, Lorenzo De Tomasi, Roberto e Francesco Tupone sono letteralmente volate.

L' interesse è stato tenuto vivo sia dalla ‘passione' dei relatori, che dagli argomenti trattati,  noti agli addetti ai lavori ma nuovi per molti in sala: l'hackerism e l'hacktivism, le libertà digitali, la cultura del dono, la condivisione di conoscenza, il copyright e i Creative Commons, la privacy e altro ancora.

Lorenzo De Tomasi, oltre a spiegare la filosofia del software libero, ha presentato Frontiere Digitali , un network di movimenti, gruppi e anche singole persone, nato nel 2005 come libero tavolo di confronto e elaborazione su temi legati alla società della conoscenza e ai diritti digitali.

All'interno di Frontiere Digitali si stanno elaborando vari progetti, due di essi, il progetto Icaro della Free Hardware Foundation e il progetto Diffusion, sono stati presentati da Roberto e Francesco Tupone che ne sono i promotori.


 

foto 

click sulla foto per ingrandirla.

Per sfogliare l'album: clik sull'area destra della foto per andare avanti, click sull'area sinistra per tornare indietro.

{gallery}NetOne inc/070209{/gallery}

 


 

 

Risposte di Arturo Di Corinto alle seguenti domande:

 

  1. 1) Cosa intravedi nel mondo di oggi, come sta cambiando la comunicazione oggi, quali alternative abbiamo davanti? I new media oggi cosa ci fanno intravedere e soprattutto auspicare?  
  1. 2) Chi è un hacker? {google}-2177013127598378229&hl=it{/google}
  1. 3) Alla base della cultura hacker c'è la cultura del dono. Secondo la cultura del dono lo status sociale è determinato non da quello che si controlla ma da quello che si dona. Delucidazioni? {google}-5032492719146300754&hl=it {/google}
  1. 4) Il mondo dei contenuti generati dagli utenti, si è sviluppato e si regge anche grazie agli investimenti delle grandi company, per esempio Google, Yahoo, Myspace. Queste a volte sembrano pensare più a un mondo di consumatori che non di cittadini digitali, è così secondo voi? E nel caso è possibile arrivare ad un punto di equilibrio tra le esigenze del mercato e i diritti delle persone? {google}8469343877054793725&hl=it{/google}
  1. 5) I diritti digitali sono dei punti cardine dell'etica hacker , nel tuo libro Hacktivism. La libertà nelle maglie della rete li indichi come ‘obiettivi irrinunciabili nell'abbattimento dei confini della frontiera elettronica'. Innanzitutto quali sono i confini della frontiera elettronica? E perché sono obiettivi irrinunciabili? {google}-4745776449828514717&hl=it{/google}

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.