“Spesso mi chiedo: come i mezzi di comunicazione possono mettersi al servizio di una cultura dell’incontro?”. È con questa domanda che Papa Francesco inizia il suo videomessaggio per le intenzioni di preghiera del mese di ottobre.

 Nel filmato, pubblicato via internet e diffuso in otto lingue, il Santo Padre sottolinea la necessità di “informazioni che portino alla concordia per il bene dell’umanità e del pianeta” e chiede di unirsi a lui in questa richiesta. Quindi il Papa auspica che “i giornalisti, nell’esercizio della loro professione, siano sempre animati dal rispetto della verità e da un forte senso etico”.

Il videomessaggio - pubblicato tra l’altro il 4 ottobre, ricorrenza della festa di San Francesco d’Assisi, riconosciuta dal Parlamento italiano con la Legge n. 24 del 10 febbraio 2005 quale «giornata della pace, della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse» - prosegue con una richiesta del Pontefice rivolta a tutti gli operatori della comunicazione e non solo: “Puoi aiutarmi a diffondere questa intenzione di preghiera?”. Un coro di “sì”, pronunciati in diverse lingue da giornalisti di varie nazionalità, chiude il filmato.

 

CDL

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.